INKMAP – Un nuovo progetto per la promozione dell’arte urbana a Torino

Collage new da 5

Grazie a numerosi interventi di arte urbana, che si sono susseguiti soprattutto negli ultimi anni, Torino è sempre più un museo a cielo aperto. Per districarsi tra le numerose opere presenti in città, dislocate lungo tutto il tessuto urbano, è nata Inkmap.

Inkmap è una mappa che permette di individuare e raggiungere le opere di arte murale presenti in città.

Dal mese di marzo sarà distribuita in migliaia di copie gratuite. Turisti, torinesi, appassionati e curiosi potranno trovare Inkmap negli uffici turistici, in numerosi musei e negozi cittadini e ovviamente nel graffiti shop Konsequenz, in via Dei Quartieri e da Sericraft Lab in via Magenta.

La mappa sarà disponibile anche su Google Maps tramite il download da QR Code e sul sito www.inkmap.it,  dove sarà facilmente scaricabile.

Inkmap è un progetto dell’associazione “Il Cerchio E Le Gocce” in collaborazione con Sericraft Lab e Konsequenz Creative Studio, realizzato con il contributo della Città di Torino.

Sito web: http://www.inkmap.it

Facebook: http://www.facebook.com/Inkmap

 Parco DOra Towers - PICTRUNI 2012 - Graphik Surgery 2501 V3rbo web

Thanks to a good number of urban art events, which mostly took place in recent years, Torino is rapidly turning into an open air museum. Inkmap was born to help visitors find their way among the many artworks located all over the city’s urban fabric.

Inkmap is an itinerary map which allows to pinpoint and get to the city’s many mural artworks.

From the big façades painted during the three “PicTurin – Torino Mural Art Festival” editions to other MurArte events, all the way to Parco Michelotti’s “Street Art Museum”, the MAU in the Campidoglio village, the recent NizzArt locations, and all the writers’ halls of fame, art galleries, and the city’s associations.

It will be possible to find a constantly updated map on www.inkmap.it, an interactive platform aimed at dialogue between art, public and territory.

From March onwards, Inkmap will be distributed by the thousands for free. Tourists, locals, enthusiasts and those who are simply curious will be able to find Inkmap in tourist info points, many museums and shops, and clearly at the Konsequenz graffiti shop in via Dei Quartieri, and at Sericraft Lab in via Magenta.

The map will be available on Google Maps by download via QR code, and on www.inkmap.it, where it will be easily downloadable.

Inkmap is a project by “Il Cerchio e le Gocce” association in partnership with Sericraft Lab and Konsequenz Creative Studio, realized with a contribution from the City of Torino.

Website: http://www.inkmap.it

Facebook: http://www.facebook.com/Inkmap

 

Concept: Associazione Il Cerchio E Le Gocce e Sericraft Lab

Graphic Design: Konsequenz Studio

Web Design: Mirko Vacca for Drip Studio

Texts: Luca Indemini

Translations: Mauro Italiano – Truly Design

www.designtaxi.com-2010-11-4-1-22

Annunci

Intervista a Resto

Buongiorno Sig. Resto, parlami di come, dove e quando hai iniziato a dipingere?

Il mioprimo dipinto a spray è stato uno slogan sul pavimento di fronte casa mia e un segno anarchico su un palo della luce.

Ho istantaneamente amato il gesto e l’odore dello spray, dovevo avere all’incirca 12 o 13 anni.

Quali sono i tuoi spot preferiti in cui disegnare?

In primo luogo amo le fabbriche abbandonate perchè hanno un atmosfera magica, non c’è nessuno che ti disturba quando disegni, è come quando si disegna a casa sullo sketch book solo che le pagine sono più grosse:) puoi lasciare libera la tua immaginazione

Poi in graduatoria ci sono gli spazi publici dove la gente interagisce con ciò che disegni e sei consapevole del fatto che la gente vedrà il tuo lavoro tutti i giorni e ciò ti fa pensare di più a cosa stai facendo.

Vedo sempre bellisime foto dei tuoi lavori, che rapporto c’è tra le tue opere e la fotografia?

All’inizio la fotografia era solo un mezzo con cui collezionare e immortalare i pezzi, perchè i graffiti non sono immortali.

Successivamente ho iniziato a usare diverse fotocamere, e il fatto di avere una ragazza che fa la fotografa mi ha fatto porre più attenzione alle foto che scattavo

Cosa pensi a riguardo dell’evoluzione della scena street-art (festival, graffiti, gallerie, soldi)? Si può parlare ancora di realtà?

Da un certo punto di vista è una buona cosa più e più persone a cui viene riconosciuto ciò che fanno, ma ciò comporta che qualcuno voglia ottenere del profitto dal talento di altra gente.

Amo i festival, la crescita del numero di persone che organizzano grandi festival di street art è una buona cosa, loro mostrano il loro rispetto verso l’artista senza farci (grandi) profitti con questo e la gente può vedere il tutto a gratis. Riguardo alle gallerie resto dubbiosop, è mercato, le opere sono giudicate come prodotto e non (sempre) come un lavoro artistico.

Il tuo cibo preferito?

Bloody mary

kislow

Questo slideshow richiede JavaScript.

http://www.flickr.com/photos/kislow/

reportage from: grey scale, mostra personale di Mosone @Pisa Cantiere San Bernardo

Questo slideshow richiede JavaScript.

MOSONE è un writer che opera nel campo del lettering figurato.
Da molti anni realizza i suoi graffiti su diverse superfici, attraverso nuovi linguaggi figurativi, generalmente ironici e ludici ma allo stesso tempo drammatici.
Mettere in cattività personaggi e lettering è stata per lui una scelta fondamentale: “anche le lettere hanno la loro vita, sono per me dei soggetti maschili e femminili, umani e animali”.
Si esprime con difficoltà nell’ambiente “classico” dei graffiti, lo trova statico, sposta l’attenzione visiva in altri settori, apprezza molto chi introduce delle novità al fenomeno… in questo momento osserva da vicino gli asiatici il bianco, il nero e gli uccelli che muoiono in massa .

GREY SCALE è una mostra installazione, dove la percezione dello spettatore viene sottoposta ad una vista in scala di grigi con la predominante del nero.
L’utilizzo del colore è una componente fondamentale, il nero viene utilizzato come simbolo drammatico. I personaggi ritratti diventano degli osservatori impauriti di fronte ad una natura deprimente e modificata.
Un paesaggio inquieto che rappresenta una relazione ironica tra realtà quotidiane e fantasie horror.

Orario mostra: tutti i giorni dalle 16 alle 20

Apertura sabato 9 aprile ore 19 con live set di Autobam

Chiusura domenica 16 aprile ore 19 con live set di Night Skinny – Mastino

http://www.flickr.com/photos/mosone97

ZONENKINDER Collective

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

http://zonenkinder.blogsport.de/

Dripz from new zeland

un piccolo focus sul talentuoso artista neo zelandese dripz

Questo slideshow richiede JavaScript.

http://www.flickr.com/photos/dryp_nz/

www.drypnz.com

i characters di nerd

http://www.flickr.com/photos/nerd-tpl/