Reportage from: FESTIVAL O.U.W. 2011

ecco un bel reportage delle f0to del festival da poco concluso a Cartagena spagna del quale abbiamo già publicato le foto dei lavori di pixel pancho.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci

STEN & LEX @ KØGE DENMARK

Pixel Pancho – Cartagena report @ Spain


Il nostro amico Pixel Pancho è stato a Cartagena in Spagna, dopo il successo della sua personale alla Galo Art GAllery di Torino, ci regala due belle muratone nella penisola Iberica…

“COSMIC FLOATING” FRANCESCO BARBIERI music BY FRITZ DA CAT @ dispenser Milano

COSMIC FLOATING // FRANCESCO BARBIERI

Music Live with FRITZ DA CAT

inaugurazione venerdì 20 maggio h.19.00-24.00

20 maggio – 26 maggio 2011 la mostra verrà aperta su prenotazione telefonica

T. 02 45470032 // Mob.393 9312922

bio

Francesco Barbieri è un artista proveniente dal graffiti writing, movimento nel quale si è distinto per anni grazie al suo approccio hardcore che ripercorre lo spirito originale di questa pratica. Negli ultimi anni si è concentrato su un percorso artistico parallelo che punta a catturare l’energia cruda degli ambienti dove si è trovato a operare per un lungo periodo come writer: periferie desolate, palazzi abbandonati, tunnel, stazioni e sottopassi ferroviari sperduti in molte città europee e americane. Il suo linguaggio visivo si ispira a questo tipo di paesaggi per combinarsi con tecniche pittoriche piu tradizionali, dal collage all’uso della spatola. Francesco Barbieri ha preso parte a diversi progetti multidiscliplinari che sconfinano nel campo dell’architettura, grafica, moda, televisione e fotografia. Vive e lavora a Pisa

Cosmic Floating

Francesco Barbieri, ex writer, è un artista visivo che trova ispirazione dal contesto urbano, industriale, dalle strade, tunnel, stazioni e fabbriche delle città che ha visitato ed esplorato per anni. Viaggiare è diventato uno degli elementi essenziali della sua arte, con il solo scopo di scoprire gli angoli più bui e più disperati delle metropoli, in Italia e all’estero. Barbieri usa muri e tele, conscio dei diversi utilizzi e dell’importanza del supporto in ogni espressione artistica. I suoi soggetti richiedono una base solida, il fulcro sono città e periferie, le loro strutture essenziali che creano connessioni e suggestioni, ma soprattutto sono i segni. Riportare il segno in primo piano, il tratto, lo scheletro, queste sono le fondamenta delle sue opere, la parte pura e concreta di ogni immagine. Nel segnare una planimetria surreale si creano interi mondi: dalle semplici linee di colore emergono grattacieli, palazzi soffocanti, a volte anche aerei, navicelle in una lotta serrata, emergono architetture dal risvolto orientale e malinconico ma anche dalla forza e velocità vicine al futurismo. Attraverso spray, acrilici e collage vengono sperimentati diversi linguaggi di comunicazione, si riflette sulla cromatologia e i suoi risvolti emozionali e psicologici, sull’apparenza e il messaggio dei colori lucidi e opachi, sul chiaroscuro che crea alienazioni e patterns psichedelici. L’immagine, che spazia dall’astrattismo, al fumetto, alla televisione, avvicina le opere ad una comunicazione commerciale immediata e metropolitana a livello superficiale, spinge il visitatore ad una lettura più profonda ed accurata ad un secondo livello, creato non da semplici sfondi ma da un ulteriore progetto di base, più intimista ed astratto che supporta il tutto. Le strutture mentali esondano dalla semplice bidimensionalità per trovare sfogo su elementi polimorfi, geometrici, tridimensionali che vengono trasformati in installazioni dai colori accesi e vibranti, che danno vita al cemento creando un gigantesco habitat per organismi oversize, per astrazioni manga ed un ritorno al graffitismo artistico.

Music

Durante la serata di inaugurazione FRITZ DA CAT, uno dei miglior disc jockey e beatmaker underground italiani, presenterà nuovi beats e mix funky.

Fritz da cat prende il nome da Fritz the cat, gatto dei fumetti nato da un’idea del disegnatore Robert Crumb. Nel 1998 esordisce ufficialmente con l’album che porta il suo nome e che riscuote un grande successo sulla scena underground grazie alle numerose collaborazioni: Esa, Left Side e Sab Sista, Bassi Maestro, Turi e I Compari, DJ Gruff, Mauri B, DJ Lugi, Marya, Didez, Yoshi, Piotta e Cricca Dei Balordi. L’anno seguente avviene la riconferma come ottimo produttore: Fritz pubblica Novecinquanta, titolo scaturito dall’Akai 950, utilizzato dal DJ per realizzare le proprie basi strumentali. Gli ospiti del disco sono DJ Lugi, Piotta, Kaos, Neffa, Inoki e Joe Cassano, Bassi, Rido, Cush, Deda, Yoshi, DJ Inesha, Fabri Fibra, Lyricalz, Polare, Sean e Lord Bean.

LINK:

http://www.dispensermilano.blogspot.com

http://www.flickr.com/dispensermilano

http://vimeo.com/23146570

http://www.francescobarbieri.eu

Vesod solo show “Distopia” – Art Plaza @ Venaria Reale – Torino

Art Plaza
presenta:
Vesod
solo show
DISTOPIA
dal 14/5/2011 al 29/5/2011.
Inaugurazione 14 maggio dalle ore 17.00 alle 19.30.
Live painting domenica 15 maggio.

Piazza della Repubblica 1/e,Venaria Reale (TO),
fronte Reggia Dei Savoia.
segreteria@art-plaza.it / Tel.: 011/45.93.335
LUN-VEN :15.00-19.00 SAB-DOM:10.00-12.30 15.00-19.30

Lumen 2° edizione – Parco dell’Imo, ex Salid @ Salerno

Presente e passato, arte contemporanea e tradizione antica si incontrano nella II edizione di Lumen – Urban Factory, l’evento di apertura di Salerno Porte Aperte 2011 in programma dal 13 al 29 maggio presso le ex Fabbriche Salid nel Parco dell’Irno. Dopo il riscontro registrato lo scorso anno dalla prima edizione presso il Complesso Monumentale di Santa Sofia, Lumen, organizzato dall’Associazione Lumen Project con il sostegno del Comune di Salerno, si ripropone alla città con una nuova location, mantenendo salda la filosofia alla base dell’operazione: spingere gli artisti della scena urbana contemporanea a confrontarsi con concetti e supporti creativi lontani da quello che è il loro tradizionale modo di operare. La reason why è quella di presentare in un contenitore tangibile esponenti della “outsider art”, con particolare predilezione alle correnti “urban”, “street” e “low-brow”. Una singolare réunion che sarà visitabile presso le ex Fabbriche di laterizi immerse nel Parco Urbano dell’Irno, stabili industriali degli anni ‘50, recentemente restaurati e convertiti a location polifunzionale. Diverse le mostre: il Vecchio Mulino ospiterà le 40 opere racchiuse nel concept “Arte Contemporanea in Controluce”, mentre nella Urban Factory, 20 i più affermati artisti della scena italiana ed internazionale saranno invitati a confrontarsi nella creazione di opere esclusive. Ad integrare la proposta artistica, il contest fotografico sul tema della sostenibilità aperto a tutti i creativi, la possibilità per gli studenti del Liceo Artistico Sabatini, Istituto d’Arte Menna, e Università degli Studi Salerno di partecipare a diversi workshop di approfondimento e un fitto cartellone di entertainment che, dal mercoledì alla domenica, terrà compagnia ai visitatori con aperitivi in musica, ospiti e dj set. L’ingresso è gratuito. Partner culturale la Galleria Wunderkammern di Roma che dal prossimo 16 giugno al 10 settembre ospiterà l’evento made in Salerno presso i propri spazi.

“Hand Made Show” by Galo, Jins and Halo-Halo @ Galo art gallery Torino

Questo ultimo mese è stata una situazione molto movimentata con situazioni di vario tipo che hanno portato la città in un clima di divertimento totale, questo ci spinge a festeggiare ancora un po’ di più.

La  prossima inaugurazione presenterà tre artisti residenti in Torino, Galo, Jins e Halo-Halo.

La Galo Art Gallery si impegna non solo a proporre artisti di fama internazionale ma anche nel presentare nuovi up and coming artist e artisti di arte contemporanea ufficialmente affermati e conosciuti.

Questo e l’obbiettivo di questa nuova mostra con artisti come Galo (che esibisce il suo concept in tutto il mondo dagli inizi degli anni 90), Jins (un artista attivo e professionista dagli inizi degli anni 90 e Halo- Halo che sta iniziando a farsi conoscere per il suo incredibile stile maniacale.

Festeggiamo inoltre il primo compleanno della galleria.

Un anno fa inaugurata con il solo show di Galo “Tamango Times” e portiamo da allora avanti il nostro concept di una galleria sempre in movimento.

Speriamo di vedervi numerosi all’inaugurazione della mostra “Hand Made Show”