SAM #2 >> Corn79, Halo Halo, iDipsyDiverz, Mantxo, Mr. Fijodor, Mr. Klevra, Nest, NOx, Omino71

 

Secondo step di SAM Street Art Museum

Poster art + live painting con

– Corn79 (http://www.flickr.com/photos/richardcorn)
– Halo Halo (http://www.flickr.com/photos/hal0hal0/)
– iDipsyDiverz (http://idipsydiverz.blogspot.it/)
– Mantxo (http://chiaramanchovas.tumblr.com/)
– Mr. Fijodor (http://www.mrfijodor.it/)
– Mr. Klevra (http://www.klevra.com/)
– nest
– NOx (http://www.flickr.com/photos/noxarte)
– omino71 (http://www.omino71.tk/)
– sam (http://www.flickr.com/photos/vsart/)

Diretta streaming su www.border-radio.it a partire dalle ore 19:00

Segui SAM su http://samuseum.wordpress.com/

SAM è un’iniziativa Border Land (www.border-land.it) in collaborazione con PicTurin (http://www.picturin-festival.com/)

Annunci

E.G.O. – Evolution Goes On

E.G.O. – Evolution Goes On
A maggio il Leoncavallo si fa bello

37 anni sono passati dal 1975, tre kilometri di città tra via Leoncavallo e via Watteau in cui sono state tante le strade percorse e le tematiche affrontate.
Una cosa è certa, le autoproduzioni e l’arte sono da sempre un tema centrale nel nostro percorso, che a Milano ci ha visto spesso protagonisti.
Una città fatta di muri che parlano e si vogliono far sentire, muri che abbattono altri muri, quelli “barriera” che non fanno vedere al di là, i muri di strada che a noi piacciono colorati.
Questi colori la plasmano e ne fanno una città diversa, che cambia. Cambia nelle idee, nella forma, si colora e si evolve. Si evolvono gli stili, i movimenti, si evolve tutto ciò che non è fermo, che non è morto; si evolve tutto ciò che vuole continuare ad esistere, che continua a lottare.

I muri del Leoncavallo portano con loro una storia lunga fatta di movimenti, idee e evoluzioni.
Ed è per questo che a maggio questi muri torneranno a parlare, ricreando una nuova storia e una nuova fase, attuale, ma continuativa con il passato che abbiamo alle spalle.


Ogni fine settimana di maggio, via Watteau si ricolora per dare il via, a partire dal 25, alla tre giorni di “E.G.O.”, mostra e incontri con artisti, illustratori e stampatori. Una tre giorni di nuovi o affermati progetti per promuovere e dare uno spazio a un movimento che non ha bisogno di gallerie e musei, ma che ha sempre parlato da sé.
Si parte dall’esposizione di stampe serigrafiche e produzioni di artisti organizzata dal collettivo nato presso la serigrafia del Leoncavallo.
Una mostra dove poter parlare e incontrare direttamente chi l’arte la vive e la produce in maniera autonoma. Si incontreranno persone che hanno visto passare fasi complementari alla musica, quando il DIY e la voglia di fare partivano davvero dal basso, tenendosi davvero distanti dal mercato.
Si potranno però anche incontrare persone che della serigrafia e l’autoproduzione ne hanno fatto una professione diventando ad oggi punti di riferimento mondiale di un modo di fare arte.
Ci saranno anche laboratori ed esperienze nate da poco e che stanno dimostrando di valere potendosi confrontare con chi la strada l’ha già percorsa.

Una tre giorni quindi dedicata alle diverse forme di produzione artistica come la intendiamo noi: libera, eterogenea, personale e sempre in cambiamento ed è per questo che la parola EGO, “l’io” diventa invece Evoluzione continua.

Oltre all’esposizione ci saranno concerti di gruppi che hanno lasciato un segno nella scena punk DIY; gruppi giovanissimi di quell’indie di cui tanti parlano, ma anche gruppi nostrani legati ad una maniera assolutamente lontana dal mainstream.

Ci saranno anche workshop base per chi vuole avvicinarsi alle pratiche di una camera oscura e alla serigrafia, proposti dal Laboratorio Foto Serigrafico del Leo, passando da banchetti di autoproduzione indipendente, proiezioni di video art, pittura, installazioni, articolandosi in un percorso che coinvolgerà il Leoncavallo in tutti i suoi spazi.

*
Tutto quello che so è che sto diventando matta. Sono stufa di tutti questi ego, ego, ego. Del mio e di quello di tutti gli altri. Sono stufa della gente che vuole arrivare, fare qualcosa di notevole eccetera, essere un tipo interessante. È disgustoso, disgustoso e basta. Me ne infischio di quello che dicono.
(J.D. Salinger, Franny e Zooey)
*

::LABORATORIO FOTO-SERIGRAFICO DEL LEO::
Nell’ultimo anno il Laboratorio Foto Serigrafico del Leo è ripartito da una nuova generazione, portando avanti progetti come “Cars Suck”, rivendicazione degli spazi milanesi, per una Milano più ciclabile e meno inquinata. Ha prodotto quasi una ventina di poster, numerose grafiche e magliette per eventi del Leoncavallo con collaborazioni di diversi artisti della scena street art italiana e non.
info e iscrizioni: serigrafia@leoncavallo.org

::::::
Programma:
Nei weekend 04-05, 11-12, 18-19 maggio dalle 10.00 “Il Leoncavallo si fa bello” con il repainting delle pareti dentro e fuori.

Espositori (per ora confermati e in fase di aggiornamento):
– CHUCK SPERRY from Firehouse Kustom Rock Art (Stati Uniti)
– LABORATORIO FOTO SERIGRAFICO DEL LEONCAVALLO (Milano, Italia)
– ITALIAN POSTER ROCK ART (Pisa, Italia)
– PREMIATA SERIOGRAFIA (Milano, Italia)
– GIAMPO (Torino, Italia)
– GIULIO ASTENGO (Milano, Italia)
– THE AMAZING ART (Milano, Italia)
– STIV VALLI (Milano, Italia)
– VANDALO (Milano, Italia)
– 9PT, OFFICINA TIPOGRAFICA (Cesano Boscone, Italia)

VENERDI 25/11/2011
I giornata
ore 10.00
– Repainting “Il Leoncavallo si fa bello”

ore 15.00
– Spazio Teatro – Apertura E.G.O., esposizione di artisti e collettivi e vendita diretta
– Spazio Outliners – Esposizione e Installazioni
– Spazio Bombonera – Mostra Fotografica

ore 18.00
– Workshop – Stampa fotografica in camera oscura

ore 21.00 Cucina Pop. Cena d’artista
ore 22.00 Chiusura stands.
ore 23.00 Concerti:
– Fuzz Orchestra
– Total Chaos

SABATO 26/05/2012
II giornata
ore 10.00
– Repainting “Il Leoncavallo si fa bello”

CORN79 + MRFIJODOR

ore 15.00
– Spazio Teatro – Apertura E.G.O., esposizione di artisti e collettivi e vendita diretta
– Spazio Outliners – Esposizione e Installazioni
– Spazio Bombonera – Mostra Fotografica

ore 17.00
– MATITA (I session)

ore 15.00 – 18.00
– Workshop – Serigrafia di base

ore 20.00 Cucina Pop. Cena d’artista
_ ore 22.00 Chiusura stands.

ore 23.00 Concerti:
– MATITA (II session)

ore 01.00 Dj set Kinky Business

DOMENICA 27/05/2012
III giornata
ore 10.00
– Repainting “Il Leoncavallo si fa bello”

ore 15.00
– Spazio Teatro – Apertura E.G.O., esposizione di artisti e collettivi e vendita diretta
– Spazio Outliners – Esposizione e Installazioni
– Spazio Bombonera – Mostra Fotografica
– Cortile – Mercatino delle Autoproduzioni

ore 20.00 Cucina Pop. Cena d’artista
ore 22.00 Chiusura stands.
ore 23.00 Concerti:
– The Piano Machine
– FULk∆NELLI

****
info e iscrizioni: serigrafia@leoncavallo.org

SAM – Street Art Museum – Parco Ignazio Michelotti di Torino

SAM è un progetto di riqualificazione urbana degli spazi del Parco Ignazio Michelotti di Torino (ex-zoo comunale), attraverso le opere di street art, promosso dall’associazione culturale BorderGate nell’ambito delle proprie attività estive che vanno sotto il nome di Border Land. SAM è inoltre parte integrante della manifestazione picTurin dedicata alla decorazione di murate legali, patrocinata dal Comune di Torino e promossa da diverse associazioni attive da anni sulla scena cittadina nel settore della street art.

L’idea è quella di realizzare un museo di street art a cielo aperto mettendo gratuitamente a disposizione degli street artist che desiderano dipingere e esporre permanentemente la propria opera all’interno del museo, i muri disponibili all’interno dell’area. Le opere realizzate andranno a formare un percorso espositivo all’aperto che si dipanerà lungo tutto il parco e consentirà ai visitatori di ammirare i dipinti presenti.

L’area si trova in centro città e dopo la chiusura dello zoo è stata trascurata e utilizzata temporaneamente per ospitare manifestazioni e attività di genere diverso (il progetto Experimenta legato alla diffusione della cultura scientifica e il progetto Border Land relativo alla diffusione/promozione di forme d’arte e cultura copyleft sono due esempi).

SAM nasce per rivalorizzare dal punto di vista urbanistico e sociale l’area attraverso le opere d’arte che, oltre a rivitalizzare, anche se soltanto esteticamente, gli edifici abbandonati e fatiscenti, hanno la funzione di:

– rilanciare l’immagine del parco e promuovere la rinascita sociale dell’area;

– migliorare la percezione e l’esperienza nella visita del parco da parte degli utenti;

– contribuire attivamente alla promozione di street artist e diffondere, più in generale, la cultura della street art;

– costituire un presidio artistico che, in prospettiva, potrebbe contribuire a preservare l’area da eventuali speculazioni edilizie.

I muri disponibili saranno assegnati dall’associazione anche in base alle preferenze espresse dagli artisti. Le tempistiche di realizzazione del progetto prevedono quattro step (weekend dal 26 maggio al 24 giugno) nel corso dei quali verranno dipinte le opere principali. Tuttavia, il progetto continuerà anche successivamente: gli spazi rimasti liberi saranno attribuiti gratuitamente dall’associazione a coloro che vorranno dipingere e entrare a far parte di SAM.

E’ nato SAM e incredibilmente, dopo pochi minuti, inizia già a muovere i primi passi. Si parte dalla parete sinistra dell’ex “Casa della tigre” per il primo murales di SAM. el euro passa il fondo bianco e poi i colori annacquati effetto pastello. Nel pomeriggio, scontorna i pezzi colorati a pennello, con il nero e poi inizia la parte più difficile: gli animali. el euro disegna un coniglio e un robot simmetrici e in mezzo la frase “LAPIN UND AUTOMA MARATONA”. I classici cubi in verde e un tocco finale di blu. Di seguito le immagini del posto prima e dopo l’intervento di manutenzione e decorazione (riqualificazione) dell’area. Grazie a el euro per la disponibilità!

el euro: http://www.eleuro.it/

1997: Escape from the ordinary

Escape from the ordinary
///
Galleria Punto Due – Calice Ligure (SV)
///
INAUGURAZIONE sabato 19 maggio dalle 18:00
19 maggio – 10 giugno 2012

Con un piede in Italia (Torino based) e uno in Brasile, che li porta a dipingere per “Momento Italia-Brasile 2011-2012” al MuBE- Museu Brasileiro da Escultura e al Centro Culturale della CPTM – Companhia Paulista de Trens Metropolitanos, Corn79 e Mrfijodor tornano insieme in una doppia personale alla Galleria Punto Due di Calice Ligure (SV).
Per la prima volta, dopo anni di lavori, gomito a gomito – come writers in giro per l’Europa e come organizzatori di progetti e festival internazionali – i due si presentano, tra similitudini e distanze, guardando alle origini, al presente (e futuro) di un pensiero sempre in fuga da una realtà che sta stretta a chi, con l’immaginazione, è capace di viaggiare in spazi fisici e mentali ignoti.

Una serie di lavori inediti su carta e tela, un orizzonte di ricerca parallelo alla strada dove, complice il writing, si sono conosciuti 15 anni fa, nel 1997. Raccogliendo l’immediatezza dei graffiti l’orizzonte onirico-figurativo di Mrfijodor incontra la natura astratto-geometrica di Corn79 e viceversa. Le “illustrazioni” elementari, proposte da Mrfijodor, nascono dalle recenti sperimentazioni su dripping e ossidazioni casuali che veicolano messaggi diretti ad un mondo fantastico. Lo studio del lettering, testato in strada, porta Corn79 a sviluppare un forte interesse per la grafica, la geometria, l’armonia e il bilanciamento tra elementi riconducibili all’inconscio.
Cosa ci sia prima o dopo di loro non è dato sapere, il mix (and match) si gioca in uno stato di dormiveglia dove il “visualizzare” (tipico del linguaggio psichedelico) non ha niente a che fare con la riproduzione del reale, si assottiglia più l’occhio si avvicina e si infittisce più si allontana. Fuori dai limiti dell’ordinario.

Riccardo CORN79 Lanfranco (Torino, 1979)
Il suo percorso artistico inizia da writer nel 1996. Promotore della creazione del progetto Murarte della Città di Torino, tuttora in progress, nel 2001 fonda “Il Cerchio e le Gocce”, la prima associazione italiana dedicata alla promozione della creatività urbana. Nel corso degli anni, grazie al supporto dell’associazione, cura la direzione artistica di importanti progetti legati alle culture urbane tra cui Street Attitudes (una delle principali convention di graffiti italiane), Muridamare (vincitore del bando ANCI “Giovani energie in Comune”), Picturin Festival (uno dei principali appuntamenti annuali d’arte urbana realizzati in Europa). Dal 2008 è titolare del “Drip Studio”, specializzato in comunicazione visiva. Lavora, inoltre, come creativo per la Martini & Rossi e tutti i brand da lei distribuiti.

MRFIJODOR (Imperia, 1979)
Da oltre 15 anni realizza graffiti e disegni. Ha studiato Belle Arti a Cuneo (Italia) e Valencia (Spagna); dal 2004 vive a Torino. Membro dell’associazione culturale “Il Cerchio e Le Gocce”, con la quale ha realizzato diversi grandi murales, tra cui il più importante è l’opera “Culture colors your life” (2010), dipinta sulla facciata cieca di Palazzo Nuovo, l’Università degli Studi di Torino.
Tra suoi interventi artistici, si annoverano anche la decorazione esterna della sede del Toroc, ente organizzatore delle Olimpiadi Invernali 2006; gli Uffici internazionali del Politecnico di Torino; il Museo del Giocattolo di Bra (CN); la Stazione ferroviaria di Moncalieri per RFI e l’interno dello stabilimento torinese della Yesmoke Tabacco.
Per diversi anni ha collaborato con l’artista Opiemme, realizzando diverse installazioni per numerosi festival: dalla Notte Bianca di Roma nel 2007 (con 30.000 Rotolini Di Poesia), al Parma Poesia (2006, 2007, 2008); il Musicultura Festival di Macerata; il Traffic Free Festival allo Spaziale Festival di Torino.

Corn79 & Mrfijodor
1997 // Escape from the ordinary
testi di Francesca Di Giorgio
Galleria Punto Due piazza IV Novembre 7, Calice Ligure (SV)
Info: +39 346 6292285 galleriapuntodue@gmail.com http://puntodue.tumblr.com/
19 maggio – 10 giugno 2012
Orari: da giovedì a domenica 17.00/20.00 Sabato 17.00/22.00 Su appuntamento chiamando +39 3496013724 | +39 346 6292285
Inaugurazione sabato 19 maggio dalle 18:00
19 maggio – 10 giugno 2012