mostra collettiva “MEGA POP it’s only a title” dal 04-nov al 08-gen 2012 @ Meltinpop Arona (NO)

  • Una grande collettiva per 40 artisti. Tutti in un solo locale. Sarà infatti la Meltin POP Gallery dell’omonimo centro ricreativo e culturale aronese che ospiterà il grande evento organizzato da Rigo Studio e intitolato “MegaPOP. It’s only a title”, in cui tutti i lavori saranno in formato di 20x20cm o 40x40cm.
    All’importante iniziativa partecipano gli artisti che già hanno esposto al Meltin e i quelli che esporranno in futuro. Tra di loro si contano anche nomi di fama nazionale e internazionale.
    L’adesione di così tanti artisti è una conferma della qualità della proposta passata e futura della galleria, una qualità che fa parte della filosofia stessa del centro e che ha ispirato anche il nome dell’evento. “MegaPOP” infatti non è un riferimento solo alla cultura pop, ma anche allo spazio culturalmente aperto del locale, uno spazio che è profondamente diverso dalle gallerie canoniche in cui l’arte viene esposta e presentata. Qui le opere diventano parte stessa del locale, ed è impossibile che passino inosservate. Gli spettatori possono così godere della commistione e del dialogo fra stili eclettici che rispecchiano la diversa provenienza, tecnica e formazione di ciascun artista: fotografi, grafici, writers, streetartists, pittori e illustratori si incontrano sulle pareti bianche del Meltin POP. Unico tratto in comune: il notevole livello artistico dei loro lavori.
    La collettiva inaugurerà il 4 novembre alle ore 18.30 e durerà fino all’8 gennaio.

    INGRESSO LIBERO RISERVATO AI SOCI ARCI

    Questi gli artisti che parteciperanno:

    108, Acme 107, Jacob Marcus Balzani LÖÖv, Claudio Bellosta, Simone Berrini, Bixi, Marco Brusati, Giulia Cassano, Cristian Castelnuovo, Centina, Marco Clerici, Miriam DeNicolò, Eleuro, Massimo Falsaci, Giovanni Fasoli, Matteo Felici, Luca Grazioli, Kalinda, Kraser, ilborse, Andrea Lenny, Federico Peruzzotti, Claudia Maina, Federica Miglio, Alessandro Mottadelli, Marlin, Mosone, Mr.Wany, Ale Senso, Kalinda, Seacreative, Sir twoo, Refreshink, Eva Reguzzoni, Marta Rizzato, Diwellington Tiziani, Chiara Todero, Vine, Ufo cinque e Gaetano Muratore

     

 

Annunci

Intervista a Resto

Buongiorno Sig. Resto, parlami di come, dove e quando hai iniziato a dipingere?

Il mioprimo dipinto a spray è stato uno slogan sul pavimento di fronte casa mia e un segno anarchico su un palo della luce.

Ho istantaneamente amato il gesto e l’odore dello spray, dovevo avere all’incirca 12 o 13 anni.

Quali sono i tuoi spot preferiti in cui disegnare?

In primo luogo amo le fabbriche abbandonate perchè hanno un atmosfera magica, non c’è nessuno che ti disturba quando disegni, è come quando si disegna a casa sullo sketch book solo che le pagine sono più grosse:) puoi lasciare libera la tua immaginazione

Poi in graduatoria ci sono gli spazi publici dove la gente interagisce con ciò che disegni e sei consapevole del fatto che la gente vedrà il tuo lavoro tutti i giorni e ciò ti fa pensare di più a cosa stai facendo.

Vedo sempre bellisime foto dei tuoi lavori, che rapporto c’è tra le tue opere e la fotografia?

All’inizio la fotografia era solo un mezzo con cui collezionare e immortalare i pezzi, perchè i graffiti non sono immortali.

Successivamente ho iniziato a usare diverse fotocamere, e il fatto di avere una ragazza che fa la fotografa mi ha fatto porre più attenzione alle foto che scattavo

Cosa pensi a riguardo dell’evoluzione della scena street-art (festival, graffiti, gallerie, soldi)? Si può parlare ancora di realtà?

Da un certo punto di vista è una buona cosa più e più persone a cui viene riconosciuto ciò che fanno, ma ciò comporta che qualcuno voglia ottenere del profitto dal talento di altra gente.

Amo i festival, la crescita del numero di persone che organizzano grandi festival di street art è una buona cosa, loro mostrano il loro rispetto verso l’artista senza farci (grandi) profitti con questo e la gente può vedere il tutto a gratis. Riguardo alle gallerie resto dubbiosop, è mercato, le opere sono giudicate come prodotto e non (sempre) come un lavoro artistico.

Il tuo cibo preferito?

Bloody mary

Intervista a EME @ Spain

Eccoci qua a intervistare Madame EME de MATI, dalla Spagna  con furore e colore!!!

www.flickr.com/photos/emedemati


Una cosa che mi piace molto dei tuoi lavori è l’abbinamento di caratteri tipografici con influenze street e l’illustrazione infantile. Trovo che il risultato sia davvero molto elegante ed espressivo. Mi puoi raccontare di come sei arrivata fino a qui?
Prima di tutto grazie Fijodor, e anche grazie per “elegante-espressivo”.
Mmm…sinceramente non lo so: É piu o meno lo stesso stile ho dall’inizio e che si sta evolvendo, però da sempre mi sono piaciute quasi al 50% le lettere e gli altri soggeti…
Il sapore per l’ilustrazione infantile viene dall’ambito dove ho lavorarato e studiato in questi ultimi anni.

L´area della street é il mondo che piu mi apassiona e che vivo quotidianamente.

Quali sono gli spot che preferisci per ambientare le tue storie? Sicuramente le location che scegli non sono casuali, perchè si accostino sempre benissimo con i tuoi lavori.
Cerco di intrufolarmi in posti abbandonati lontani e dato che ho uno stile non particolarmente complesso, intendo catturare la magia del panorama nella foto. Trovo i posti e li riservo per quando arriva l´idea; preferisco aspettare, fino quando si incastranno come i pezzi di un picolo puzzle.

Mi hai raccontato che ti vuoi trasferire a Barcelona, dopo Torino ed altri posti…Mi fa molto piacere, penso che troverai nuovi stimoli. Hai dei progetti per questo nuovo cambiamento?
L´idea di andare a Barcelona sará per poco tempo, o forse no! … Però non c’entra molto con le mie storielline sui muri, infatti sará un periodo che non potrò dipingere. Però a Torino tornerò sicuramente presto, perche tutti giorni mi sveglio pensando al capuccino & cornetto…mmmm…
L´unico progeto che ho in mente é imparare e sfrutare le mie capacità.

Quali sono le esperienze che più ti hanno colpito nell’ultimo anno?
Questo anno è stato “speciale” per me.
Per circostanze personali ho dovuto tornare a casa e ricominciare nella mia cittá.
É stato molto dificile, però il fatto di poter andare a dipingere spesso mi ha fatto tantissimo bene.

Mennomale!!!
Grazie a certe esperienze ho imparato a essere piu forte e lottare per quelle persone che voglio e per quello che voglio fare con la mia vita, adesso sono due idee con l’inchiostro indelebile.

Quali sono le tue influenze ed a cosa ti ispiri quando disegni?
Non so bene le mie influenze…Diciamo che mi piace scoprire cose e nasconderle nella memoria, come quando fai una foto.
Mi ispiro sempre al sentimento presente ma é come se ricreassi imagini dei libri della mia infanzia mischiandole con i miei ricordi.
Disegnare mi viene spontaneo da picolissima ed anche la curiositá di aprire i casseti della casa di mia nonna e scoprire i tessori segretti.
La tipografia é un universo che bisogna studiare.
Ho tantisimo da imparare ancora, però sono sicura di quello che ho dentro di me.


Che ti piace sta bene con i tuoi disegni? E quale musica sta bene con EME?

La musica mi incanta!!

Rap,reggae,rock…..ma non é tanto lo stile o il gruppo, sino trovare l´attmosfera perfetta: un angolo dove metermi a disegnare, scrivere, leggere cose curiose… A volte mi metto la stessa colonna sonora 30 volte e non mi stanco fino quando non sento una voce che dice “va bene cosi”, e la maggioria delle volte non sento questa voce perchè sono coscente delle mie limitazioni, ma alla fine l´importante e fare uscire del sentimento, e questo si, lo riesco a fare.

ROSSO VITAMINA- INDOOR/OUTDOOR EVENT- PISA 7/8/9.10.2011

Rosso Vitamina è un evento sperimentale che coinvolge quattro artisti di fama internazionale con solide radici nel writing. Due di essi (Lineapiatta e Francesco Barbieri) giocano in casa, in quanto hanno Pisa come base, mentre altri due (Bizarre Dee e Zedz) vengono da importanti realtà come Roma e Amsterdam. Due di essi hanno uno stile che si rifà al writing tradizionale, con un tratto volutamente sporco e spontaneo, mentre altri due hanno maturato uno stile geometrico con un segno controllato che s’ispira alla grafica e all’architettura.
Rosso Vitamina si articola in due momenti e in due spazi differenti.
Venerdì 7 ottobre inaugura la mostra collettiva “CONTROLLED CHAOS” al CantiereSanBernardo, dove gli artisti presentano i loro lavori “indoor” più recenti. Sempre all’interno della mostra sarà presente un’installazione “site-specific”: gli artisti divisi in coppie, a seconda delle analogie stilistiche, prepareranno due totem, due rappresentazioni delle loro visioni antitetiche che daranno vita ad un dialogo tra due linguaggi urbani-pagani differenti ma comunque comunicanti fra loro.

Sabato 8 e domenica 9 ottobre, invece, all’esterno del campo sportivo Abetone, in via Bonanno Pisano, i quattro si confronteranno su un muro: il risultato sarà una produzione significativa che mette insieme lettering, elementi figurativi e astratti, propri di un percorso individuale e collettivo durato due decadi sui muri di varie città europee.

“CONTROLLED CHAOS”: inaugurazione 7/10/2011 alle 19.00, Cantiere San Bernardo, via Pietro Gori, Pisa.
la mostra sarà visitabile fino al 14/10/2011 con orario 16.00/20.00

outdoor session (wall painting) 8-9/10/2011 dalle 15.00 Campo Sportivo Comunale Abetone, via Bonanno Pisano 2, Pisa

info: www.rossovitamina.it