SUPRA NATURA di Dem e Seth Morley

Supra Natura“Un anno di storia d’Italia raccontato da Madre Natura.
La Natura parla e impone la sua purificante estetica, una rivincita animista, pagana, una dichiarazione artistica di religiosità.” Alberto Rigettini SINOSSI Il protagonista ci conduce nel suo viaggio spirituale mettendo in luce le grandi contraddizioni dell’Uomo moderno, tessendo il percorso esemplare per un ritorno alle origini. Si affronta il rapporto tra l’Uomo e la Natura, il suo estraniamento, la crisi esistenziale e la conseguente alienazione. Attraverso temi come la morte, la vita e la fascinazione magnetica dei sogni, si finisce con l’entrare in una dimensione altra, in cui realtà e mondo onirico si confondono, capovolgendo la visione ordinaria della vita. Ecco che segni e simboli della natura riacquistano voce e significato, attivando nello spettatore un sottobosco emotivo plurisensoriale che ruota intorno al ciclo imposto dalla natura: Nascita, Morte, Rinascita. Sacrificando la parte più malata dell’uomo moderno, si assiste alla sua rinascita.
Cinzia Puggioni

http://www.supranatura.org

NOTE INTRODUTTIVE AL FILM
Il film è stato realizzato in modo indipendente e auto-prodotto in circa 2 anni di lavorazione osservando il passare delle stagioni.
La sceneggiatura si è costruita giorno dopo giorno ispirandosi alla natura e al proprio vissuto, documentando la condizione dell’ambiente che ci circonda e mostrando gli ultimi spazi lasciati alla natura. I luoghi fotografati si trovano principalmente nella campagna lodigiana vicino ai fiumi Adda e Po, sulle colline piacentine e in Bulgaria.
Tutte le opere d’arte presenti nel film sono state create da Dem, le maschere ispirate al mondo delle culture pre-cristiane europee sono state realizzate con materiale naturale raccolto direttamente nei luoghi in cui è ambientato il film.

SITO WEB
http://www.supranatura.org

TEASER SUPRA NATURA
https://vimeo.com/65584647

TRAILER SUPRA NATURA
https://vimeo.com/65319322

SUPRA NATURA //// DEM e Seth MORLEY
firmano un FILM tra UOMO e NATURA

“Troverai più nei boschi che nei libri”, Bernardo di Chiaravalle. Questo l’incipit di Supra Natura, il film girato a quattro mani da Seth Morley e Dem. Un percorso introspettivo tra il reale e il sognato. Un microcosmo di minuziosi dettagli che portano lo spettatore a seguire passo per passo, nel senso letterale del termine, poiché di cammino interiore e fisico trattasi, l’evoluzione del protagonista che abbandona quel surplus della vita banale e quotidiana per riavvicinarsi alla natura. Quella natura madre che tutto controlla. Quella natura fatta di animali predatori, o di prede, di piante, di gocce, di alberi, di erba e di foglie secche, ma anche di sguardi e di apparizioni, sempre in bilico tra il tangibile e l’onirico, di inquieti personaggi osservatori che richiamano l’uomo grazie al loro aspetto tra l’animale, l’ancestrale, il primitivo e il mitico. Sequenze pulite ed esteticamente efficaci si susseguono tra esterno – dove la natura vige – e interno – che racchiude momenti introspettivi del protagonista che, come un demiurgo, crea simboli e mezzi attraverso feticci e object trouvè colti nei boschi. Durante la narrazione filmica del percorso verso la purificazione del protagonista, lo spettatore è riportato alla realtà attraverso piccole interruzioni date da voci che raccontano il presente. Situazioni che rompono le sequenze silenziose, pulite, ma dense di piccoli dettagli che si susseguono come una junghiana associazione d’immagine e di pensiero. Un percorso verso una riappropriazione della Natura fino al ritorno estremo ad essa. La natura sopra tutto, anche sopra la morte, che in Supra Natura non è un termine, ma inizio di qualcosa.
Rosse!a Farinotti

Gufo Supra NAtura

Annunci

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: