KRIO – Le allegre interviste di Tony Pastello

Buongiorno Mister Krio, ci siamo conosciuti un paio di anni fa e hai fatto dei passi da gigante, probabilmente sei una delle promesse dei graffiti illutrativi nostrani… Hai seguito i corsi di writing della Cepu o ti sei sbattuto? Ma è vero che usi degli spray speciali? Oppure hai 7 dita per mano?

Krio -Ciao caro, so passati già due anni!? Il tempo vola quando si è in buona compagnia;).
Ti ringrazio per i “passi da gigante” diciamo pure che il primo periodo milanese mi sono un pò perso, poi ho capito che l’università va presa in giuste dosi e ho iniziato a dedicarmi più a me stesso… quindi sì dai diciamo che ultimamente ci credo di più… tra pennelli spary (quelli normali) tra le mie cinque dita per mano.

 
Dalla Puglia a Milano, quali differenze e quali i punti di forza delle due scene? I terroni sono meglio dei bauscia?
Krio -Diciamo che se non fosse stato per l’università… probabilmente mi sarei mosso ugualmente, ovviamenete mi ci è voluto tempo per “ambientarmi”, Milano offre tanto ma di certo non aspetta te. Fortunatamente ho trovato il mio ambiente ideale, ormai il Leoncavallo è diventata una seconda casa per me tra amici laboratori da portare avanti, muri da dipingere e sfratti da rinviare. Devo dire però che ultimamente anche giù ci si da da fare, la realtà magari è differente, più “nature” senza fretta che tanto nessuno ci segue e se fa caldo magari “ne minamu do secondi a mare”.Credo che ormai esistano i terroni, i bauscia e i terroni bausciati e non riesco più a cogliere le differenze, i terroni sono ovunque!! Calcola che molto spesso la gente con cui dipingo ultimamente a Milano è la stessa con cui pitto a Lecce e Brindisi!


L’anno scorso hai partecipato a uno scambio culturale in Olanda, con Corn e altri writers della scena torinese.
Immagino vi siate divertiti un botto (io vi ho invidiato)… Com’è stato l’impatto con la scena olandese e gli artisti di mezza Europa?
Krio -Traumaticoooo! non riuscivo a stare al loro passo!Sfornavano pezzi a gògò! Credo che la mia lentezza  dipendesse non solo dalla tecnica… in Olanda è facile rallentarsi… però scherzi a parte credo mi sia stato di enorme aiuto per crescere, essere proiettato in una realtà così dinamica. Scoprire che ormai l’età non conta più, che i talenti li puoi trovare anche tra i giovanissimi mi ha fatto sentire “vecchio” e capire che se si crede in una cosa ci si deve dare una mossa!


Quali sono gli spot che preferisci per ambientare i tuoi personaggi?

Krio -Quando non mi preparo la bozza, e ciò succede fin troppo spesso, mi piace vedere cosa mi suggerisce il posto, un muro scrostato, ammuffito o ancora meglio poter giocare con gli elementi  presenti, contatori del gas, tubi… si credo che in una fabbrica abbandonata mi ci possa trovare a mio agio a infilarli tra tubi, carrucole e vecchi macchinari arrugginiti. In genere quando si fa una murata tutti cercano di evitare come la morte la parte di muro più “stronza”, ma io mi ci trovo bene tra colonne finestre ecc. che me frega basta che mi diverto! Ovviamente però se ho in mano un progetto graficamente ben studiato non disprezzo affatto un bel muro grosso e “pulito”.
Che musica sta bene con i tuoi disegni? E quale musica sta bene con Krio?
Krio -Ultimamente coi miei pupi ci sta bene Vinicio Capossela e se lo ascoltano loro lo ascolto pure io.

Quali sono le tue influenze cosa ti ispira quando disegni?
Krio -Quando da piccolo ho visto “nightmare before christmas” mi sono innamorato a prima botta di Tim Burton. Credo che ultimamente i miei personaggi prendano tanto dai miei ricordi di bimbo grassottello che si divertiva con gli “sgorbions”.


Fatti una domanda stupida e datti una risposta intelligente…

Krio -Ma perchè caxxo hai studiato al Politecnico di Milano?

Risp. eh vallo a capire Krio… magari perchè non credevo che una passione potesse prendere il sopravvento in questo modo. Mi so detto “dai studiamo design così almeno un lavoro lo trovo e disegno comunque”, ma quello che provo mentre disegno lo so solo io e sento che non ci voglio rinunciare e spero di darci dentro sempre di più!
Abbastanza intelligente e sentimentale? ;P

Ciao bello e a presto!

www.flickr.com/photos/krio_special-k

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci

One Response to KRIO – Le allegre interviste di Tony Pastello

  1. Vedendo queste opere d’ arte ( perché io le considero tali) mi sorprende come il pop surrealismo stia invadendo la nostra generazione.
    All inizio non ne ero convinto , ma poi conoscendo e vedendo artisti vicini come blu , verlato, pao ecc… me ne son ricreduto.
    Ottimo articolo! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: