Stefano Bombardieri

Stefano Bombardieri è uno scultore italiano, realizza grande e piccole opere tridimensionali con un attitutine per l’arte pubblica e la comunicazione. www.stefanobombardieri.it

Stefano Bombardieri nasce a Brescia il 28 Gennaio 1968
Cresce nello studio del padre anch’esso scultore, apprende le tecniche artistiche e sperimenta l’uso dei materiali acquisendone una conoscenza approfondita.
Il suo è stato inizialmente un approccio figurativo con la scultura, influenzato dai grandi maestri del ‘900.
Successivamente la ricerca si è evoluta sperimentando un orientamento più filosofico al fare arte: “il tempo e la sua percezione”, “l’esperienza del dolore nella cultura occidentale”.Il suo lavoro parte dalla realtà per giungere a immaginare universi fantastici, mondi interiori.
Accanto ad opere di matrice iperrealista ritroviamo espressioni legate all’arte povera, al minimalismo, alla video-installazione, alla ricerca concettuale. Dagli anni ’90 realizza in prevalenza opere di grandi dimensioni per spazi pubblici e privati.
Lavora tra Italia, Francia e Germania .
Ha partecipato alla 52° Biennale di Venezia ospite del Padiglione della Repubblica Araba Siriana con l’opera “Europa Pallida Madre”installata presso il Chiostro di San Francesco della Vigna,
riproducendo in grandezza naturale la Colonna e il Leone di piazza San Marco, simulandone la caduta.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Bombardieri Stefano is an Italian sculptor, produces large and small three-dimensional works with a attitutine for public art and communication. www.stefanobombardieri.it

Stefano Bombardieri was born in Brescia, January 28, 1968

It grows in the studio of sculptor father, too, learned the art techniques and experiments with the use of materials by acquiring a thorough knowledge.
His approach was initially a figurative sculpture, influenced by the great masters of the ‘900.
Later research has evolved experimenting with a more philosophical approach to making art: “the time and its perception, ” “the experience of pain in Western culture. ” His work starts from the truth to come to imagine fantastic universes, inner worlds .
In addition to the works of master hyper find expressions related to art poor, to minimalism, the video-installation, conceptual research.
Since the 90s, mainly produces large-scale works for public and private spaces. He works in Italy, France and Germany.
He participated in the 52nd Venice Biennale Pavilion of the host of the Syrian Arab Republic with the opera “Europa Pale Mother” installed at the Cloister of San Francesco della Vigna, playing in the column size and the Lion of St. Mark’s Square, simulating the fall.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: